Home / Smartphone / Studio rivela il quantitativo reale di memoria nei migliori smartphone (da 16GB)
kak-vybrat-smartfon-parametry-pamyati-qwesa.ru-00-520x351

Studio rivela il quantitativo reale di memoria nei migliori smartphone (da 16GB)

Al momento dell’acquisto di uno smartphone ci si trova spesso a dover fare i conti con l’ultimo importante quesito, quale quantitativo di storage interno preferire? Alcuni degli smartphone più in voga non vantano infatti la possibilità di espandere la memoria interna tramite microSD, motivo per cui la scelta deve essere ben ponderata e misurata in base a quelle che si pensa possano essere le proprie esigenze. Non tutti hanno però idea di quali siano davvero le discrepanze, a volte poi la differenza di prezzo tra la variante da 8 e quella da 16GB gioca un ruolo rilevante, ma qual’e la reale memoria a disposizione alla prima accensione?

Uno studio condotto dal sito britannico Which ha preso in considerazione otto tra gli ultimi smartphone più venduti tra le piattaforme Android, Apple e BlackBerry (purtroppo mancano i Windows Phone) nelle versioni da 16GB. L’indagine mira semplicemente a svelare il reale spazio di archiviazione a disposizione degli utenti al day one, senza alcuna delle proprie App ancora installate ed i risultati non sono molti esaltanti.

2-Mobile-storage-space-01-498x540

Campione assoluto in questa comparativa è iPhone 5C, forse non un best buy secondo qualche indiscrezione ma comunque in grado di preservare ben 12.60GB dai 16GB di partenza, primo davanti a Google Nexus 5 (12.28GB) eiPhone 5S (12.20GB). Poco sotto possiamo vedere Sony Xperia Z1 (11.43GB) e BlackBerry Z30 (11.20GB), sorprendente invece lo spazio di archiviazione del Samsung Galaxy S4 sotto esame, con storage praticamente dimezzato e soltanto 8.56GB a disposizione su 16GB nativi. Naturalmentemolte delle responsabilità vanno date alle personalizzazioni dei produttori Android e degli eventuali operatori che hanno commercializzato quel device, non ci stupisce più di tanto vedere infatti il Nexus 5 con versione stock dell’OS stare comodamente in seconda posizione.

Non tutti sono a conoscenza di un simile calo di memoria alla prima accensione, sarebbe dunque buona norma che si aggiungesse anche una nota nella confezione di ogni smartphone con lo spazio di archiviazione reale a disposizione a fianco.

Nota: i dati riportati nell’immagine potrebbero essere leggermente diversi da quelli degli smartphone venduti in Italia o possono cambiare a seconda della distribuzione software

pubblicato su hdblog.it

Use Facebook to Comment on this Post

About admin

Guarda anche

id492904_1

ZTE : 21 febbraio per la presentazione di un nuovo smartphone al MWC 2016

Dopo aver annunciato all’ultima edizione del CES 2015, il lancio del sito internazionale nubia.com, che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *